Le migliori serie su Netflix – parte III




Serie Tv Commedia
Orange is the new Black

Ebbene si, siamo difronte ad una serie nella quale stavolta sono le donne ad essere delle fuorilegge. Questo è ció che ci mostra il regista Jenji Kohan in questa particolare commedia dalle tinte drammatiche, giunta alla sua sesta stagione e rinnovata per una settima prevista per i prossimi due anni.
La storia si incentra su Piper, una donna condannata a scontare quindici mesi di detenzione nel carcere femminile di Litchfield, per via di un trasporto illecito da lei compiuto per conto di una trafficante di droga di nome Alex. Dietro le sbarre Piper rincontra proprio Alex, alla quale si riavvicina nonostante un iniziale astio dovuto al suo arresto. Oltre a loro, in carcere convivono tante altre donne, le cui storie vengono raccontate tramite l’utilizzo di flashback.

Boris

Questo è un piccolo cult. Una satira pungente e velenosa sul mondo dello spettacolo italiano, osservato attraverso gli occhi di Alessandro, uno stagista entrato nella produzione della fiction Gli occhi del cuore 2. La forza di Boris sta soprattutto nei suoi personaggi memorabili che, grazie a delle grandi interpretazioni, sono riusciti ad entrare nell’immaginario, senza dimenticare poi le numerose e divertentissime guest star presenti nel corso della serie. Uno dei migliori prodotti italiani visti in tv. 

How I met Your Mother

Chiamarla sitcom è riduttivo, questa serie è un’esplosione di emozioni.
La notevole quantità di episodi che la caratterizza (9 stagioni con una media di 23 puntate l’una, per un totale di 208 episodi) non può non farti affezionare a ognuno dei 5 personaggi principali, e non farti sentire a casa quando inquadrano il MacLaren’s pub.
How I met your mother tratta la storia, narrata da Ted ai propri figli, di come egli ha incontrato la loro madre, partendo da molti anni prima dell’incontro.
È una serie che vale veramente la pena vedere, per le riflessioni che suscita, le emozioni, e in particolare anche per Barney, protagonista della cosiddetta sindrome di Fonzie.

Friends

Friends è una sitcom statunitense trasmessa la prima volta nel 1994 e divenuta ormai un vero e proprio cult, ricevendo inoltre negli anni diversi premi, tra i quali l’Emmy Award del 2003 ed il Golden Globe per Jennifer Aniston lo stesso anno.
Considerata una delle migliori serie di tutti i tempi, Friends è veramente adatta ad un pubblico di ogni età, poiché presenta la storia di un gruppo di amici di Manhattan e degli intrecci, anche amorosi, che si creano tra di loro.
Attenzione però, se siete alla ricerca di una serie non troppo impegnativa, vi avvisiamo che questa sitcom presenta la bellezza di 10 stagioni per un totale di 236 episodi!
Non proprio la più striminzita dunque, ma senza ombra di dubbio meritevole assolutamente di una visione obbligatoria.

Serie Tv Avventura/”In costume”
Vikings

Questa serie televisiva canadese di genere storico, ambientata nel IX secolo D.C. tra la Scandinavia e le isole britanniche, racconta in chiave romanzata le avventure del guerriero vichingo Ragnarr Lodbròk e di altri personaggi storici come Bjorn Ragnarsson, Alfredo il grande, Carlo il calvo ed Egberto del Wessex.
Insomma, se siete amanti delle serie storiche in costume, ed in particolare dei vichinghi, non potete assolutamente perdervela!

Black Sails

Anche Black Sails si presenta come una serie storica, ma a differenza di Vikings tratta il mondo dei pirati, che sono i protagonisti delle vicende. Precisamente ci troviamo nel 1715, durante l’età d’oro della pirateria. La “Walrus” ed il suo equipaggio sono alla ricerca del galeone spagnolo “Urca de Lima”, che trasporta un ricco bottino in oro della flotta delle Indie Occidentali. Alla Walrus, capitanata da James Flint, si affiancherà ben presto la “Ranger”, dotata di una temibile ciurma comandata da Charles Vane.
Partendo insieme dall’isola di New Providence, entrambi i capitani dovranno così fidarsi del cuoco John Silver, unica persona a conoscere interamente la rotta seguita dalla nave spagnola.
La serie si è conclusa nel 2017 con la sua quarta stagione (38 episodi totali).



Serie Tv Poliziesche
Lucifer

Il diavolo ha deciso di lasciare l’inferno e di prendersi una vacanza sulla terra.
Quale miglior posto per dunque se non Los Angeles?
La serie segue un percorso introspettivo di Lucifer Morningstar in persona, scandito con un caso di omicidio per ogni puntata (se non per puntate speciali).
Interessante e molto piacevole da vedere, ad ora su Netflix sono disponibili 3 stagioni.
Dopo la vittoria della campagna #savelucifer inoltre, è stata confermata la produzione della quarta stagione.

Sherlock

Chi tra di voi non ha mai sentito parlare o letto dei racconti dello strabiliante detective Sherlock Holmes e del suo amico assistente John Watson? Questa serie, ispirata ai romanzi di Sir Arthur Conan Doyal, vede protagonisti proprio i due brillanti investigatori in una Londra odierna, e non in quella presentata da Doyle.
Quattro stagioni imperdibili, ognuna delle quali composta da tre episodi, un mini episodio ed un episodio speciale.

Lie to me

Se cercate una serie di genere poliziesco assolutamente atipica e singolare, Lie To Me del 2009 potrebbe fare al caso vostro.
Tim Roth (qui in una delle sue migliori interpretazioni) è Cal Lightman, uno studioso esperto della comunicazione non verbale ed infallibile nel capire quando una persona non dice la verità.
Queste sue incredibili doti e la sua innata conoscenza nel riconoscere ogni singola espressione facciale, saranno messe al servizio della giustizia, collaborando persino con l’FBI.

Aquarius

Vi intrigano le serie ispirate a storie vere? Aquarius potrebbe essere quella che cercate da tempo, poiché incentra la sua narrazione sulla storia del noto criminale statunitense Charles Manson e sui brutali omicidi che lo resero celebre. Il sergente di polizia è qui interpretato da un ispiratissimo David Duchovny.

Serie Tv D’Animazione
Bojack Horseman

Potrete anche non averla ancora vista, ma senza dubbio vi ricorderete del volto di questo bizzarro cavallo antropomorfo, per via dell’immenso successo che ha riscontrato nel mondo questa piccola perla.
Bojack Horseman è una serie d’animazione comica ma che allo stesso tempo fa riflettere, risultando così un prodotto con un potenziale immenso, assolutamente da non perdere ed adatto a tutte le età.

Rick e Morty

Credete che questa serie sia un semplice cartone animato a episodi? Bhè, vi sbagliate. Rick e Morty è stata considerata dalla critica come una serie di genere cosmic horror, che addirittura basa le sue origini su una parodia animata di “Ritorno al futuro”.
Rick è uno scienziato che si è trasferito dalla famiglia di sua figlia Beth, che passa la maggior parte del suo tempo inventando vari gadget high tech e portando con se il suo giovane nipote Morty in pericolose e fantastiche avventure attraverso il loro ed altri universi paralleli.
Tuttavia questi eventi, uniti alla già strana famiglia di Morty, gli causeranno parecchi disagi sia a scuola che nella vita privata.

Big Mouth

Una delle serie più singolari ed eccentriche di Netflix. Big Mouth ruota attorno alle vicende dei protagonisti Nick ed Andrew, i quali insieme ai loro amici scoprono i cambiamenti, le meraviglie e gli orrori dell’adolescenza, con il supporto dei loro genitori e dei mostri della pubertà, Maurice e Connie.

I Griffin

Che dire dei Griffin, impossibile non aver mai visto almeno un episodio di questa fantastica serie. Peter, Lois, Stewie, Meg, Chris e Brian sono i componenti della famiglia più esilarante della tv. A nostro avviso è superfluo persino consigliarvela.

Pokemon: Indigo League

Chi tra di voi degli anni 90 non è cresciuto con questa magnifica serie animata giapponese divenuta negli anni una delle più famose di tutti i tempi? Indigo League è la primissima stagione di questa fantastico prodotto nipponico, divenuto negli anni uno dei media franchise più importanti e famosi di tutto il mondo, e vede il debutto dell’allenatore di Pokemon Ash Ketchum, il suo Pikachu ed i suoi amici Misty e Brock, durante il loro viaggio all’interno della regione di Kanto.
Imperdibile per i più piccoli ed ancora incredibilmente attuale per i più nostalgici.

torna alla parte 2