Le migliori serie su Netflix




con la collaborazione di:
Tiberio Marras e Francesco Fratta

Netflix è il servizio di video streaming più utilizzato al mondo. Le serie tv stanno diventando parte integrante della vita di ognuno di noi e sono in pochi ormai quelli che a fine serata non conciliano il sonno con un episodio della loro serie preferita.
Proprio per questo è importante scegliere con cura quale serie cominciare e alla quale appassionarsi.
A seguire una lista di TUTTE le migliori serie presenti su Netflix divise per categorie.
Buona lettura!

Serie Tv Thriller
Mindhunter

Mindhunter è uno dei prodotti originali qualitativamente più alti del parco titoli Netflix. La serie realizzata con l’apporto di David Fincher, regista e produttore esecutivo, è un thriller psicologico molto inusuale. Durante le puntate si sviluppa la ricerca di Holden Ford e Bill Tench, i due agenti dell’FBI che nel 1977 hanno l’intuizione di interrogare i criminali più efferati e instabili, in modo da rinnovare gli ormai antiquati metodi di indagine. Tutto ciò porterà alla nascita della definizione di “serial killer”, capace di entrare nei dipartimenti investigativi come nell’immaginario collettivo. L’essenza di Mindhunter infatti non è tanto la ricerca del colpevole, bensì l’immersione nella mente dell’assassino, così da comprendere le sue motivazioni e la sua personalità, ed è proprio questo a renderla così straniante e allo stesso tempo particolarmente affascinante.

Dark

Per gli amanti delle serie intricate, misteriose e con spunti fantascientifici, è giunto su Netflix il primo di Dicembre questo prodotto tedesco davvero particolare e che vi consigliamo di vedere, specialmente per via di una trama enigmatica che presenta i rapporti ed il passato di quattro famiglie, a seguito della scomparsa di due bambini in una piccola e cupa cittadina tedesca.
Le disperate ricerche di questi ultimi porteranno così alla luce misteri nascosti ed oscuri segreti.

Suburra

Prima serie tv italiana prodotta dal colosso americano e diretta in collaborazione da Michele Placido, Andrea Molaioli e Giuseppe Capotondi, Suburra – la serie è il prequel dell’ omonimo film di Stefano Sollima del 2015, a sua volta ispirato al romanzo di Giancarlo De Cataldo e Carlo Bonini.
Quest’ultima, esattamente come nel film, segue le vicende di alcuni personaggi tra politici, criminali e persone comuni, che rimangono coinvolti negli affari malavitosi della città di Roma.
Anche qui troviamo nel cast Alessandro Borghi e Giacomo Ferrara (rispettivamente nei ruoli di Aureliano e Spadino), già presenti nell’opera di Sollima.
Magnifica.

Prison Break

Prison Break è sicuramente una serie storica. Le puntate raccontano la storia di due fratelli, Michael Scofield e Lincoln Burrows; quest’ultimo si trova incarcerato ingiustamente e condannato alla pena di morte. Michael decide di salvare il fratello preparando un piano d’evasione. Dall’ambientazione carceraria si passa poi al thriller politico, c’è infatti qualcuno che sta indagando su Burrows e sta scoprendo un complotto dietro la sua prigionia. Dopo una prima stagione splendida Prison Break continua con una serie di alti e bassi, ma una visione la merita assolutamente.

Narcos

Una delle serie che hanno riscontrato più successo all’interno della nota piattaforma On Demand.
Narcos è giunta oramai alla sua quarta stagione (prevista per il 2018) e narra la storia vera del celeberrimo criminale e trafficante di cocaina Pablo Escobar, e della dilagante diffusione di questa droga tra Stati Uniti ed Europa negli anni 80.
Assolutamente da non perdere.



Serie Tv Drammatiche
Breaking Bad

Non poteva mancare tra i nostri consigli una delle migliori serie mai realizzate, che narra le avventure degli ormai iconici Walter White e Jesse Pinkman.
Una serie appassionante, coinvolgente, sbalorditiva, perfetta sotto ogni aspetto.
Dalle interpretazioni magistrali dei vari Bryan Cranston, Aaron Paul, Giancarlo Esposito e via dicendo, alla regia di Vince Gilligan, passando per una trama particolarissima che parte affrontando temi drammatici e sfocia sempre di più in un mix di generi quali il thriller, l’azione e persino la commedia nera.
Da vedere e rivedere.

Maniac

Serie originale Netflix con Emma Stone e Jonah Hill.
In un anno imprecisato due giovani con problemi psicologici si ritrovano a sperimentare una nuova cura che dovrebbe sostituire la normale terapia farmaceutica.
Le cose non vanno come previsto.
La serie è composta da una sola stagione ed è stata piuttosto apprezzata dal grande pubblico.
Purtroppo sembra che non ci sarà una seconda stagione.

Manhunt: Unabomber

Anche qui siamo difronte ad una miniserie ispirata ad una storia vera: precisamente alla caccia da parte dell’FBI del pericoloso serial killer conosciuto come “Unabomber”.
Se siete alla ricerca di una serie intrigante e allo stesso tempo non eccessivamente impegnativa (appena 40 minuti ad episodio), questa prima stagione di Manhunt fa al caso vostro.

13 Reason Why

Ha fatto scalpore non molto dopo essere stata distribuita su Netflix, 13 Reasons Why parla di una ragazza che si è suicidata (non è spoiler, l’informazione viene fornita all’inizio del primo episodio), che lascia delle cassette con 13 motivi per i quali ha preso questa decisione così estrema.
È una serie che si può definire teen, ma dai toni molto scuri e opachi.
Per chi è interessato a una storia caratterizzata da questo tema, molto presente in tutta la serie e con scene anche molto forti, 13 reasons why ti tiene attaccato allo schermo per tutti gli episodi, fino all’ultimo.
La seconda stagione è stata distribuita a Maggio 2018 e la serie proseguirà con almeno un altra stagione, ma a quanto pare senza Katherine Langford.

Better Call Saul

Lo spin-off nato da una costola di Breaking Bad è incentrato sul passato di Saul Goodman, l’avvocato senza scrupoli visto nella celebre serie madre. Questi in una vita precedente era Jimmy McGill, alle prime armi nel mondo dei tribunali e con il desiderio di riuscire a svoltare la propria carriera. Il suo percorso si incrocia poi con quello di Mike Ehrmantraut, altro personaggio importante di Breaking Bad, praticamente il coprotagonista dello spin-off. Anche se conosciamo il loro destino, la serie riesce, per tutto il proseguo delle puntate, a mantenere sempre alto l’interesse e la curiosità. Better Call Saul dimostra di non risentire il peso ingombrante della serie madre e, anche grazie a una regia e sceneggiatura straordinarie, si rivela un prodotto da non sottovalutare.

Una serie di sfortunati eventi

Questa fiction televisiva è stata una bella sorpresa. Per chi ha visto il film buona parte della storia è già conosciuta, ma questo non crea problemi nel godimento della serie.
Neil Patrick Harris (che troveremo più in basso nella serie How I met your mother), sembra fatto apposta per il suo personaggio, tanto da non avere molto da invidiare a Jim Carrey (il suo corrispettivo nel film) che comunque sia vanta di un’interpretazione magistrale.
Questa serie grottesca è veramente particolare e offre spunti di riflessione, ma anche momenti di sorriso. È inoltre caratterizzata da una fotografia veramente apprezzabile.
La terza è uscita nel 2019 e Neil Patrick Harris ha annunciato che è l’ultima.



vai alla parte 2